Associazione Apostoli della Divina Misericordia

Che cos'Ŕ

Il Movimento degli Apostoli della Divina Misericordia rientra nell'ottica conciliare della Missione della Chiesa nel mondo contemporaneo. Il Cristiano, sacerdote o laico che sia, Ŕ chiamato ad operare, in sintonia con la Chiesa per l'evangelizzazione del mondo. L'irruzione nella Chiesa di Dio, dopo il Concilio Vaticano II, di una "nuova primavera dello Spirito", ha dato luogo ad una fioritura di associazioni e movimenti ecclesiali (l'Aziona Cattolica, l'Opus Dei, Luce e Vita, Rinnovamento dello Spirito, Focolarini, Neocatecumenali, Cursillos, Comunione e Liberazione ed Altri) la cui missione Ŕ centrata sull'Annuncio (Kerygma). Il Movimento della Divina Misericordia, nato dal carisma di Santa Faustina Kowalska, rientra nel novero di questi movimenti. La sua specificitÓ consiste nella proclamazione della Divina Misericordia: preparare il "mondo intero" alla seconda venuta del Salvatore.

La Genesi

L'inizio del Movimento risale alle rivelazioni fatte da Ges¨ a Santa Faustina nei mesi di maggio e giugno 1935: Preparerai il mondo alla mia ultima venuta (Diario, 429). Nel 1937, in un'altra apparizione, la Santa ebbe l'intuizione dell'organigramma del Movimento: durante la Santa Messa, essa scrive, mi venne data luce ed una profonda comprensione di tutta quest'opera e non rimase nella mia anima nemmeno un'ombra di dubbio (Diario, 1154).

La Struttura

L'intuizione si tradusse in operativitÓ programmata. L'appartenenza al Movimento si articola in tre livelli:

Il primo: Monasteri di Clausura nei quali le anime isolate dal mondo arderanno come vittime davanti al trono di Dio e impetreranno la misericordia per il mondo intero (Diario, 1153).

Il secondo: Persone Consacrate (sacerdoti e religiosi) i quali coniugano insieme le opere di Misericordia con la preghiera e s'impegnano a risvegliare l'amore e la misericordia di Ges¨ nel mondo (Diario, 1156).

Il terzo: Laici Ogni apostolo della Divina Misericordia deve impegnarsi a compiere un'opera di Misericordia: ti sottopongo tre modi per dimostrare misericordia versi il prossimo: il primo Ŕ l'azione, il secondo Ŕ la parola, il terzo Ŕ la preghiera (Diario, 742).

L'essenza del culto

Consiste in un atteggiamento di fiducia verso Dio che si esprime nell'obbedienza alla Sua volontÓ e nella pratica della misericordia.

La missione apostolica

Affidata agli Apostoli della Divina Misericordia riguarda:

Le Promesse

Le anime che diffonderanno il culto della Mia Misericordia le protegger˛ per tutta la vita come una tenera madre protegge il suo bimbo ancora lattante e nell'ora della morte non sar˛ per loro Giudice, ma Salvatore Misericordioso (Diario, 1175).

Il Centro del Movimento Apostolico della Divina Misericordia

Si trova presso il Santuario della Divina Misericordia a Krak˛w-Lagiewski (Polonia). Il Santo Padre nella sua visita al Santuario, del 7 giugno 1997 ha definito questo Centro "la capitale della Divina Misericordia perchŔ qui Ŕ uscito il Messaggio della Misericordia di Dio che Cristo stesso ha voluto tramandare alla nostra venerazione mediante la beata suor Faustina".